Sito ufficiale dell'Inchiesta diocesana per la Beatificazione di Padre Giuseppe Marrazzo (1917-1992)

A cura della Postulazione Generale dei Rogazionisti di Roma - e-mail: postulazione@rcj.org

Vice-Postulazione Padre Marrazzo - Casa Madre dei Rogazionisti - Messina

Home
Deo Gratias!

Informiamo i devoti e gli amici di P. Giuseppe Marrazzo che il 9 maggio, alla presenza dell’Arcivescovo di Messina, Mons. Calogero La Piana, dei membri del tribunale ecclesiastico, del Vicario Generale dei Rogazionisti, P. Bruno Rampazzo, del Postulatore e Vice Postulatore, P. Mario Magro, si conclude l’indagine diocesana del carissimo “Apostolo della Confessione”.

Gli scritti di Padre Giuseppe e le testimonianze dei fedeli convocati su indicazione del Postulatore ed ex officio, saranno consegnati alla Congregazione delle Cause dei Santi per l’inizio della fase romana. Un grazie ai Postulatori che hanno introdotto e accompagnato la causa, i Padri Riccardo Pignatelli e Angeli Sardone. Un sentito ringraziamento a Mons. Arcivescovo, ai membri del tribunale, della commissione storica e ai teologi censori.

Ora tocca a noi!

P. Marrazzo ha compiuto la sua missione, ora tocca a noi! Diffondiamo la conoscenza del Padre, invochiamo e facciamo pregare il nostro servo di Dio perché interceda presso il Signore e ottenga le grazie che desideriamo. P. Marrazzo, apostolo della misericordia, desidera aiutare tutti, specialmente coloro che prediligeva durante la sua vita: gli ammalati, gli anziani e dimenticati, i bambini, le mamme e le famiglie in difficoltà.

Ringraziamo il Signore per questa tappa e preghiamolo perché, se è nei suoi disegni, la Chiesa riconosca l’eroicità delle sue e la sua santità.

 
19 Marzo 2015, solennità di San Giuseppe sposo della Vergine Maria

è stata comunicata la notizia che:

Si conclude

l'indagine diocesana

del SdD P. Giuseppe Marrazzo

Sabato 9 Maggio p.v., nel Santuario di Sant'Antonio (Me), alle ore 10.30, alla presenza del Mons. Arcivescovo e del tribunale ecclesiastico si concluderà la fase diocesana del Processo Canonico del servo di Dio Padre Giuseppe Marrazzo.

 
Il Servo di Dio p. Giuseppe Marrazzo

si definisce:

Il taxista delle anime!

 

Perché?

 

L’immagine è suggestiva ed efficace. P. Marrazzo, come il taxista, attende le persone per condurle all’unica meta: Gesù. Il taxista è felice quando lavora e triste quando rimane impalato attendendo i clienti. Allo stesso modo P. Marrazzo ritiene che il tempo trascorso senza servire e condurre i fratelli al Signore sia tempo perso.

 

Chi desidera il fascicolo può chiederlo alla Postulazione.

 

 
Padre Marrazzo è “ritornato a casa”, tra la sua gente
alt
 
alt

Il 9 Maggio, anniversario della sua ordinazione sacerdotale (1943) il Servo di Dio P. Giuseppe Marrazzo è stato tumulato nella Basilica di Sant’Antonio (Me) dove per oltre 40 anni ha esercitato il ministero della Confessione, accogliendo, perdonando e confortando migliaia di fedeli.

Era suo desiderio vivere e morire nella Basilica. Il Signore lo ha esaudito oltre ogni attesa permettendo che il suo corpo riposi là dove ha consumato la sua esistenza sacerdotale. I resti mortali del Servo di Dio sono stati tumulati nel sepolcro che per oltre 50 anni ha ospitato il corpo incorrotto di Sant’Annibale, l’amato Fondatore dei Rogazionisti, modello della vita sacerdotale di P. Marrazzo.

La salma del Padre è stata accolta da centinaia di pellegrini commossi ed emozionati, al canto del Magnificat e tra interminabili battimani. Alla celebrazione era presente l’Arcivescovo di Messina, Mons. Calogero La Piana, il Superiore Generale dei Rogazionisti, P. Angelo Mezzari, il vice postulatore, P. Mario Magro, e i membri del tribunale ecclesiastico.

Leggi tutto...
 
Prima ricognizione P. Giuseppe Marrazzo

Servo di Dio, Padre Giuseppe Marrazzo: Ricognizione Canonica

alt

alt

Il 7 aprile 2014, nei locali della Casa Madre di Messina, alla presenza di S. E. Mons. Calogero La Piana, Arcivescovo di Messina, dei membri del Tribunale Ecclesiastico Diocesano, di P. Angelo A. Mezzari, Superiore Generale, di P. Agostino Zamperini, Postulatore Generale, e di altri ufficiali sanitari e religiosi, si è effettuata una prima ricognizione sul corpo del Servo di Dio P. Giuseppe Marrazzo, in vista della prossima tumulazione presso il Santuario di S. Antonio in Messina. I resti mortali di P. Marrazzo sono stati quindi sistemati in una nuova cassa e sigillati, in attesa della cerimonia di traslazione che avverrà tra un mese, il prossimo 9 maggio 2014.

 
Padre Marrazzo ritorna nella Basilica di Sant’Antonio

Venerdì 9 Maggio

Padre Marrazzo ritorna nella Basilica di Sant’Antonio

Esaudito oltre ogni richiesta

altIl 23 Settembre 1954 P. Marrazzo si rivolgeva alla Madonna con questa preghiera «Ave Maria, Madre di Dio e mamma mia, fatemi consumare tutta la vita in questo Santuario di S. Antonio. Mamma fatemi morire al confessionale o all’altare».

La preghiera è stata esaudita oltre ogni desiderio perché P. Marrazzo ha consumato la vita nel Santuario, è morto nell’esercizio del ministero della confessione ed ora viene tumulato nel Santuario, in prossimità del luogo dove ha esercitato il ministero della misericordia..

L’autorizzazione di Mons. Calogero La Piana

alt«Tenuto conto dell'enorme devozione legata alla figura del Religioso, specialmente tra i fedeli delle Diocesi di Messina e della Calabria, ben volentieri esprimo il mio parere favorevole allo spostamento delle spoglie mortali del Servo di Dio P. Giuseppe Marrazzo RCJ al Santuario di "Sant' Antonio di Padova", in Messina; dove, peraltro, lo stesso ha esercitato il ministero della confessione per oltre quarant' anni».

Con queste parole Mons Calogero La Piana, Arcidiocesi di Messina-Lipari-Santa Lucia del Mela, autorizza la traslazione delle spoglie mortali di P. Marrazzo nella Basilica di Sant’Antonio (Me) attigua alla casa Madre dei Rogazionisti.

La comunicazione del Superiore Generale

altIl Superiore Generale, P. Angelo A. Mezzari, con lettera circolare del 19 marzo, annunzia l’esumazione e traslazione della salma del Servo di Dio, P. Giuseppe Marrazzo, dal Gran Camposanto di Messina alla Basilica di Sant’Antonio (Me). La ricognizione è programmata il 7 aprile, nel corso della sessione del tribunale ecclesiastico. Il 9 maggio P. Marrazzo sarà tumulato nel Santuario dove è vissuto e per oltre 50 anni ha esercitato il ministero della Confessione con abbondanti frutti spirituali di conversione e pacificazione, lasciando nella città di Messina un ricordo incancellabile. 

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

JPAGE_CURRENT_OF_TOTAL



Chi è online

 6 visitatori online

Scritti

Paypal

RocketTheme Joomla Templates
Membri : 33
Contenuto : 99