Home
Padre Marrazzo è “ritornato a casa”, tra la sua gente PDF Stampa E-mail
Scritto da admin   
Martedì 13 Maggio 2014 09:35
alt
 
alt

Il 9 Maggio, anniversario della sua ordinazione sacerdotale (1943) il Servo di Dio P. Giuseppe Marrazzo è stato tumulato nella Basilica di Sant’Antonio (Me) dove per oltre 40 anni ha esercitato il ministero della Confessione, accogliendo, perdonando e confortando migliaia di fedeli.

Era suo desiderio vivere e morire nella Basilica. Il Signore lo ha esaudito oltre ogni attesa permettendo che il suo corpo riposi là dove ha consumato la sua esistenza sacerdotale. I resti mortali del Servo di Dio sono stati tumulati nel sepolcro che per oltre 50 anni ha ospitato il corpo incorrotto di Sant’Annibale, l’amato Fondatore dei Rogazionisti, modello della vita sacerdotale di P. Marrazzo.

La salma del Padre è stata accolta da centinaia di pellegrini commossi ed emozionati, al canto del Magnificat e tra interminabili battimani. Alla celebrazione era presente l’Arcivescovo di Messina, Mons. Calogero La Piana, il Superiore Generale dei Rogazionisti, P. Angelo Mezzari, il vice postulatore, P. Mario Magro, e i membri del tribunale ecclesiastico.

 

 

 

 

Ultimo aggiornamento Martedì 20 Maggio 2014 09:00
 

Scritti

RocketTheme Joomla Templates